I Musei -> Ripatransone -> Museo Civico Bonomi Gera -> Raccolta storico-etnografica

Raccolta storico-etnografica

La collezione storico-etnografica Ŕ una sezione incentrata sull'uomo e, in particolare, sul rapporto individuo - territorio.

La forte identitÓ culturale, che traspare dagli oggetti esposti, riflette l'ambiente di origine, mettendo in luce il valore interculturale delle diverse etnie.

La raccolta offre l'occasione per approfondire mondi oggi non pi¨ molto lontani, ma sicuramente poco conosciuti nella realtÓ storica, se non in forme ormai proprie di un certo tipo di immaginario collettivo.

Ripatransone - Museo Storico EtnograficoPrivilegiando la scelta per aree di provenienza, si Ŕ introdotti in una vera e propria "stanza delle meraviglie" (Wunderkammer, Cabinet de CuriositÓ, Studiolo).

I numerosi manufatti (inventariati circa 600), raccolti e classificati da Don Cesare Cellini, provengono in parte dagli scambi attivati dallo stesso canonico con molti altri musei, in particolare con il Pigorini di Roma, in parte dai numerosi missionari dell'epoca, elementi essenziali nel processo di trasmissione delle culture e di trasferimento dei manufatti.

L'esposizione prevede un percorso organizzato per aree geografiche: partendo dall'Europa, attraversando l'Africa e l'Asia, si giunge alle Americhe e all'ultima tappa del viaggio, l'Oceania.

Grazie alla ritrascrizione degli appunti di Cellini, il visitatore pu˛, attraverso schede e pannelli esplicativi, scoprire l'originaria simbologia che lega i manufatti alla funzione mitico-rituale.
Lo stesso comportamento rituale, che consiste in una ripetizione meccanica di pratiche verbali e gestuali consolidate nel tempo, utilizza supporti fisici.
La continua tensione tra razionale e irrazionale Ŕ racchiusa ad esempio nei cinque curiosi strumenti musicali in uso presso gli Indiani Selvaggi dell'Amazzonia il cui suono riproduce il lamento dello spirito maligno di Iuruparý.

Oltre alla realtÓ dei poteri magici la collezione presenta i raffinati indumenti cinesi, come la veste muliebre in seta foderata e le scarpette con tacco e a collo lungo di varie dimensioni.

MuseiPiceni